Per Pisa, insieme

Marina di Pisa, ex sede PALP: Vuota da 2 anni e il Comune insiste per trasformarla in un doppione della Casa di Comunità

Si parla dell’ex sede della Pubblica Assistenza del Litorale Pisano

«Affidare l’articolazione di questi servizi a Farmacie è fuori da qualsivoglia quadro normativo – affermano le cosnigliere Ramalli e Scognamiglio –  dato che in nessun modo la partecipata del Comune può organizzare il servizio di emergenza medica 118 che viene gestito da Regione Toscana ed è affidato con legge regionale alle associazioni locali afferenti a Croce Rossa».

C’è il rischio di sovrapposizioni con la nascente Casa della Comunità del Litorale: «Lo sviluppo della sanità territoriale, con la medicina d’iniziativa, i servizi di prevenzione e i sistemi d’integrazione socio-sanitaria è prevista Marina di Pisa e per la quale sono stati stanziati 400mila euro con lavori che inizieranno tra poco. Sarebbe assurdo spendere denaro pubblico per offrire a poche centinaia di metri di distanza servizi analoghi senza neanche chiedersi chi dovrebbe tenerli in piedi, sia dal punto di vista economico che in termini di risorse umane, data la nota caren-zadi medicie infermieri».

Conclusione: «Il Litorale ha bisogno di un ragionamento complessivo da fare insieme al terzo settore, di un’articolazione efficiente e razionale dei servizi, vicini e rispondenti ai bisogni della comunità e non certo di azioni propagandistiche. Ma le richieste di cittadini e delle associazioni sono rimaste inascoltate da parte dell’amministrazione».

(Da un articolo del Il Tirreno di sabato 13 aprile 2024)

 

Condividi:
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.